Eccomi!

Sono Tatiana Stoppa, una ragazza degli anni 70.

Scienziata ambientale per formazione, artista per passione.

Passione che nel tempo si è evoluta in professione.

Dopo aver trascorro 12 splendidi anni, occupandomi di educazione e formazione ambientale, nelle scuole e nei parchi della Lombardia, mi è stata offerta un'opportunità imperdibile.

Nel 2011, ho partecipato al bando di selezione dell'incubatore d'impresa "Made in Mage", promosso dal Politecnico di Milano. Il mio progetto è stato selezionato e quello che a lungo è stato un hobby, si è trasformato in un'attività professionale. Nell'arco di pochi mesi ho fondando il brand “Artedì: arte in divenire” ed ho avviato un laboratorio di artigianato artistico.

Per 5 anni, ho condiviso un capannone industriale con una comunità di artisti, artigiani, designer, stilisti e architetti, con cui ho condiviso numerose esperienze e grazie ai quali ho acquisito nuove abilità.

Concluso il progetto "Made in Mage", ho ricercato una dimensione più intima e mi sono trasferita nell'attuale laboratorio, all'interno del quale realizzo accessori e gioielli non convenzionali, integrando i metodi artigianali tradizionali con numerose tecniche sperimentali.

I materiali che impiego sono oggetti dimenticati del passato, che ricerco abitualmente nei mercati dell'antiquariato; li  osservo, li smonto e li analizzo, nell'intento di coglierne le potenzialità inespresse e con lo scopo di reinterpretarli sotto altre forme.

Generalmente, i pezzi vengono realizzati mediante libera espressione, ma accolgo sempre volentieri le richieste dei clienti, che mi danno l’opportunità di rivolgere lo sguardo verso nuovi orizzonti creativi.

Le mie mani, che portano i segni indelebili del lavoro che svolgono, sono il mio principale strumento di lavoro.

Amo profondamente la mia professione.